TORINO – Lapo…assolutamente meraviglioso!Abbiamo bisogno di trovargli casa entro il 16 giugno!

MASSIMA DIFFUSIONE!!! VORREMMO EVITARGLI IL TRASLOCO IN GABBIA!!! GUARDATE CHE GATTO MERAVIGLIOSO E’! DIFFONDETE!
Lapo ha 4 anni (ma ne dimostra meno), è buonissimo, bellissimo,sanissimo e….cerca una nuova famiglia. Per seri motivi di salute la coppia di signori che l’ha adottato quando era un cucciolo, ha preso a malincuore la decisione di darlo via e entro il 16 giugno deve trovare una nuova famiglia.
Quando sono andata a fare le foto mi sono trovata davanti un micio bellissimo con incredibili occhi verdi, socievole e curioso. Come Sfigatta di gatti ne vedo tanti (ma tanti!!) e questo è uno di quelli che, se non avessi raggiunto il numero massimo consentito, avrei portato a casa con me….mi ha incantata.
Un po’ intimorito dalla macchina fotografica, se ne andava dalla stanza per tornare qualche minuto dopo a fare capolino per vedere cosa stavo facendo. Anche se mi rendo conto che il tempo è poco e che l’arrivo dell’estate non aiuta, vorrei trovare per lui una famiglia che lo adotti senza farlo passare da uno stallo. Lapo è sterilizzato, vaccinato e testato FIV/FELV negativo. E’ adottabile a Torino e provincia. revio controllo pre affido e firma del modulo di adozione.
Per info contattare Associazione Le Sfigatte inviare una mail di presentazione a: adozioni@lesfigatte.org oppure inviando un sms a Silvia 349 3789688 (sarete ricontattati).

urgentissimo stallo / adozione la portano i n canile, pupazzetta di 2 mesiiii

MAdonna santa urgentissimo… trovata di fronte ad un cancello, stanotte…. 2 mesi…. la portano in canileeeeeeeeeeeee !!! così ci muoreeeeeeeee !!!! urge stallooooo o adozioneeeeeeeeeeeeeee! ma guardatela sta pupazzetta !
si trova a caserta !
Riferimento Giulia 3931987545

VOLONTARIATO DA PC

Quando si pensa agli animali da compagnia da ospitare in casa, quelli che vengono in mente in genere sono il cane e il gatto. In realtà, nelle case degli Italiani sono ospitati una varietà di animali: furetti, conigli, piccoli roditori, uccelli, rettili, anfibi e pesci. Sono proprio questi animali da affezione “non convenzionali”, spesso definiti per comodità esotici, di cui si occupa  AAE. Sebbene uno degli scopi principali della AAE sia fornire notizie corrette sulla gestione di questi animali, essendo la loro diffusione un dato di fatto, allo stesso tempo è fortemente contraria alla detenzione nelle case di tante specie non convenzionali o esotiche, alla loro commercializzazione e riproduzione.

Verso questi animali si compiono, infatti, palesi atti di crudeltà che vengono generalmente considerati “normali”, e che mai verrebbero tollerati verso cani e gatti.  Nessuna persona dotata di sensibilità media tollererebbe nei confronti di queste creature maltrattamenti quali lasciarli vivere perennemente rinchiusi in minuscole gabbie, nutrirli con alimenti così inadeguati da causarne malattie e morte, costringerli a lunghi viaggi in condizioni disumane per commercializzarli. Eppure questo genere di soprusi sono totalmente ignorati, o considerati normali, quando si tratta di specie meno convenzionali, che non si immagina possano avere altrettanta sensibilità e capacità di soffrire di cani e gatti. Facciamo alcuni esempi.

Conigli e cavie, e  tanti animali esotici,  soggetti ad uno sfruttamento commerciale inumano. I conigli nani riproduttori  detenuti in minuscole gabbie ed eliminati quando il loro tasso di fecondità diminuisce. Vengono venduti senza informazioni adeguate su gestione, alimentazione, vaccinazioni e cure, come accade in generale per tutte le altre specie di esotici.

I piccoli roditori (come ad esempio i criceti) “da compagnia” passano la vita in gabbia, in condizioni incompatibili con la loro natura?

L’acquirente finale, spesso disinformato, continua a detenere le povere creature in condizioni inadeguate, con una dieta sbagliata, condannandole a un lento declino. È un dato di fatto che la stragrande maggioranza delle malattie che i veterinari riscontrano nei rettili in cattività dipendono da errori di gestione o da maladattamento alla cattività. 

Non subiscono sorte migliore gli uccelli imprigionati nelle gabbie. L’intelligenza e la sensibilità di questi animali è enormemente sottovalutata: basti pensare che un pappagallo cenerino ha l’intelligenza cognitiva ed emotiva di un bambino di due-tre anni.

Si tratti dunque di conigli ,cavie  uccelli, roditori,  (ma non dimentichiamo anche pesci e anfibi), non riteniamoli animali meno sensibili, meno capaci di soffrire, meno degni della nostra compassione di quanto non siano cani e gatti. Non riteniamo normale il maltrattamento costante a cui sono costretti quando sono rinchiusi in spazi angusti, sporchi, sovraffollati, o se sono alimentati in modo scorretto e nocivo. Un ulteriore problema è quello dell’abbandono, quando questi animali diventano troppo ingombranti, troppo impegnativi, quando la novità è sfumata, quando il bambino cambia interessi, quando il terrario è diventato troppo piccolo o quando le spese veterinarie sono troppo alte, o per mille altre ragioni che portano a liberarsi senza scrupoli del povero animale, destinandolo spesso alla morte o alterando l’ecosistema.

Occorre veicolare con forza e immediatezza  le campagne contro l’abbandono e per una corretta informazione anche per animali che non abbaiano o non miagolano, ma che soffrono comunque. È necessario un cambiamento profondo e sentito della mentalità comune, perché la nostra sensibilità arrivi a considerare senza discriminazione ogni creatura senziente come degna di rispetto e compassione. Non accettiamo per nessuna specie animale maltrattamenti che, giustamente, non tollereremmo per un cane o un gatto, e non contribuiamo a perpetuare il problema.Come ogni anno,agli abbandoni esitivi sta seguendo una drammatica congestione per cui moltissimi coniglietti,cavie,criceti sono in gravissime condizioni e per trovare loro una nuova famgilia adottiva,serve l’aiuto semre maggiore di volontari

 

 

Nell’immediato ognuno deve farsi carico di questo dramma,e se TU stai leggendo queste righe,vuol dire che TU puoi già fare qualcosa da casa,dal tuo computer:unisciti ai volontari,aiutali a smistare le emergenze e verificare l’idoneità delle famiglie che si rendono disponibili ad adottare,cerca aiuto per diffondere gli appelli e stimolare ogni aiuto possibile in rete,dal casa,sul pc,anche a distanza,organizza le staffette per portare gli animali presso le nuove famiglie adottive. i volontari sono persone normalissime come TE:hanno un lavoro,una famiglia e tante difficoltà personali che non gli impediscono di  offrire lo stesso aiuto che puoi offrire anche TU.

scrivi  a info@aaeconigli.it;info@aaecavie.it   ADESSO!

 

Dona il 5 per mille ad AAE !!

Basta apporre la tua firma nella casella “Sostegno delle organizzazioni non lucrative…” e indicare unicamente il codice fiscale di AAE Onlus  che è:   C.F.:90008800261

info@aaeconigli.it

AAE Onlus
www.aaeconigli.it
www.aaecavie.it
1 St. Chapter in Europe HRS
www.rabbit.org

*Georgiana Hall, Miami*
*”I am a house rabbit after all, a civilized creature, and do not belong in
the out of doors.” Hershey the Rabbit*
**

La denominazione di “Animali Esotici”, che ha derivazione inglese (exotic animals), comprende tutte le specie animali non autoctone, importate in Italia, nonch i cosiddetti “animali da compagnia non convenzionali”, come ad esempio conigli, cavie, criceti e furetti, sempre pi diffusi nel nostro paese.
Secondo alcuni dati Eurispes del 2004, il coniglio statisticamente il terzo animale da compagnia pi presente nelle case degli italiani. Seguono 1.000.000 di tartarughe d’acqua dolce, 500.000 roditori, 50.000 iguane, 20.000 pappagalli, 10.000 serpenti e circa 500.000 altri animali esotici.

Torino – Ferruccio e Olga…un incubo che non finisce mai! URGE STALLO/ADOZIONE

URGENTISSIMO!!!FERRUCCIO E OLGA NON HANNO PIÙ UNA CASA…MA QUANDO FINIRÀ PER LORO QUESTO INCUBO??CERCHIAMO STALLO/ADOZIONE.

Ferruccio e Olga sono due mici sempre vissuti in casa, sanissimi Fiv-Felv negativi, sterilizzati, lui otto anni, lei quattro. Un bel giorno la loro famiglia ha deciso che erano di troppo, nel trasloco nella nuova casa loro non erano contemplati, in quanto troppo piccola e loro troppo impegnativi. Ci siamo prese a cuore la storia di questi due miciotti, ci hanno fatto una tenerezza infinita, rischiavano di finire in gattile o peggio ancora essere soppressi, visto che spesso per risolvere i problemi si arriva a questi estremi rimedi. Ma Ferruccio e Olga hanno una sensibilità, provano delle emozioni, non sono degli oggetti che devono essere eliminati durante un trasloco! Sono dei mici adulti, ma hanno ancora tutta una una nuova vita davanti a loro! Olga è una micia socievole, cerca le coccole, Ferruccio è più timido, ma sicuramente avrà modo di sciogliersi ulteriormente, è molto sensibile e lo shock di un abbandono non aiuta. Per loro avevamo trovato uno stallo, ma purtroppo la stallatiche a giorni si trasferirà per lavoro e noi DOBBIAMO TROVARE URGENTEMENTE UN APPOGGIO ALTERNATIVO PER LORO. Si valutano anche soluzioni singole, visto che non c’è grosso affiatamento tra i due miciotti, ma vi chiediamo di darci una mano a trovare uno stallo/adozione altrimenti rischiano di finire in gabbia. Ferruccio e Olga si trovano a Torino, per loro cerchiamo stallo/adozione a Torino e Provincia.
Per info contattate Associazione Le Sfigatte: DORA 334 9380040 oppure se preferite inviate una e-mail a: adozioni@lesfigatte.org (in caso di mancata risposta, lasciare un sms e sarete ricontattati).

 

 



Visitate il nostro sito www.lesfigatte.org oppure su Facebook (www.facebook.com) cercare Le Sfigatte (organizzazione no profit e diventa nostro fan) e Twitter


Per donazioni conto corrente bancario intestato a: Associazione Le Sfigatte presso Intesa Sanpaolo
IBAN: IT 09 I 03069 09217 10000 0032815

TORINO – CERCHIAMO URGENTEMENTE APPOGGIO TEMPORANEO PER SALLY E MINNY

MINNY E SALLY SONO IN GABBIA! SERVE APPOGGIO TEMPORANEO URGENTEMENTE!

Queste micine sono state portate via da un postaccio di Settimo (TO) circa 10 giorni fa. Erano spaventatissime e la foto è stata scattata il giorno della cattura. Lo stallo che dovevano avere è saltato e così sono finite in gabbia. Abbiamo aspettato che prendessero familiarità con le persone e ora sono più tranquille. Sono state spulciate e visitate. Cerchiamo uno stallo da parte di qualcuno che sia in grado di renderle adottabili. Sono solo un po’ paurose ma sono buone. Stanno passando il tempo in gabbia però e questo non aiuta… Cerchiamo qualcuno a Torino e prov. che possa accoglierle insieme o separate purchè escano fuori dalla gabbia!

Per proporvi inviate una mail di presentazione a: adozioni@lesfigatte.org (scrivendo una breve descrizione e numero di telefono per contattarvi) oppure inviate un sms al 334 1890545 e sarete ricontattati. Per favore condividete è urgente!

 


Visitate il nostro sito www.lesfigatte.org oppure su Facebook (www.facebook.com) cercare Le Sfigatte (organizzazione no profit e diventa nostro fan) e Twitter


Per donazioni conto corrente bancario intestato a: Associazione Le Sfigatte presso Intesa Sanpaolo
IBAN: IT 09 I 03069 09217 10000 0032815

Gattini in cerca di casa

Questi micetti non hanno ancora un mese, sono nati in casa e sono sani e belli.
La signora che ha la mamma voleva portarli in un gattile ma si è convinta ad aspettare che vengano sistemati da casa,quindi mi devo sbrigare a trovare una famiglia a tutti loro..
Chi fosse interessato all’adozione di un micetto mi puo’ contattare al 347-7454392.
Per favore, inoltrate..
I gattini sono adottabili a Genova, con controlli pre-post adozione e firma foglio di affido.
No giardino.
Contattare Paola 347-7454392

LATINA – TAGLIE PICCOLE IN CANILE – VISIBILITA’ ZERO

MI  AIUTATE  A  FAR  GIRARE  QUESTI  CANI  DELIZIOSI   CHE  NON   HANNO  SPERANZA,  SI  TROVANO  A  TERRACINA  IN  UN  CANILE  PRIVATO  DOVE  NON  VA  NESSUNO, SONO  INVISIBILI,

CERCO  ADOZIONE  O  ANCHE  STALLO  IN  CANILI  DOVE  POSSONO  POI  ESSERE  ADOTTATI

GRAZIE

Antonella   3888 754311
anto.lovepet@hotmail.com
www.adottapeloso.it
facebook Anto Anto

” Non c’è modo per cui da solo possa salvare il mondo, ma mi vergognerei di far passare un solo giorno senza provarci”  Asimov