URGENTE, ADOZIONE DEL CUORE: KENYA, ROTTWEILER PURO DI 11/12 ANNI, DA DIECI ANNI VIVE IN UN BOX DI CEMENTO DI 2 METRI PER 3, DA SOLO, AL CANILE DI NOHA

URGENTE, ADOZIONE DEL CUORE:

KENYA, ROTTWEILER PURO DI 11/12  ANNI,  DA DIECI ANNI VIVE IN UN BOX DI CEMENTO DI 2 METRI PER 3,  DA SOLO, AL CANILE DI NOHA.
Lo vedete nella foto. Kenya vive dentro lì da 10 interminabili anni.
Ha incominciato ad avere un tremore alle zampe posteriori, data dall’immobilità forzata di questi 10 anni, e dal fatto che il box è sempre bagnato e le sue zampe stanno sempre sul bagnato.
Le volontarie non possono più neppure accedere a quella zona, non lo vedono più. Ma sanno che Kenya è ancora vivo.
MASSIMA DIFFUSIONE !  30/09/2013-  Lecce: adottabile nel  Nord e Centro Italia.
Il box che vedete nella foto, vecchio, umidissimo, le pareti scrostate e chiazzate, è la cella di solo cemento e piastrelle in cui Kenya vive da 10 anni. E’ un rottweiler puro, magnifico, entrato in canile già adulto. E l’orrore si è  chiuso su di lui.
Per 9 anni Kenya è vissuto di niente. Per 9 anni è vissuto dentro questa cella, completamente solo, senza MAI uscire. Poi, una volontaria è riuscita ad arrivare a questi infelici, e per poche volte è riuscita a farlo uscire da questa cella.  Ma è stata scacciata dal canile e da allora il buio e il silenzio solo ripiombati su questi cani.
Kenya non esce più dal suo box, da quasi 1 anno. Vive dentro questa cella minuscola di due metri per tre completamente solo, da 10 anni. Le volontarie non possono più neanche accedere a quella zona, non lo vedono più. Ma sanno dagli operatori del canile che Kenya è ancora vivo.
E’ vita questa? Si può chiamare vita? Lo chiediamo a voi, perché noi non abbiamo più parole. Lo chiediamo allo spazio, all’etere, a chiunque legge questo appello, è vita?
Kenya ormai ha un forte tremore alle zampe posteriori, data dall’immobilità forzata di dieci anni a cui è sottoposto. Cammina,  gli unici due passi che può fare. Sta ancora in piedi, ma tende spesso a sedersi, le zampe dietro incominciano a non reggerlo più.
I box vengono lavati ogni giorno con la canna dell’acqua , che non viene poi tirata via, neanche d’inverno. D’estate asciuga subito, ma solo d’estate. D’inverno ghiaccia, e nelle altre stagioni resta il bagnato. Kenya ha sempre le zampe sul ghiaccio o sul bagnato, perché non c’è un posto asciutto dove possa stare, il box è quello, e  il suo corpo non può passare  attraverso quelle sbarre di ferro che da dieci anni lo separano dal mondo, da qualsiasi cosa si possa chiamare vita.
Forse il suo cuore le ha superate quelle sbarre, di notte, mentre sognava di svegliarsi in un posto diverso, profumato, asciutto, dove lui poteva muoversi, camminare su un prato verde, insieme ad altri suoi amici. Forse sognava che qualcuno lo accarezzava e gli diceva Kenya, è finita, sei uscito, adesso sei qui con noi e non ti lasceremo più andare. Ma al risveglio ritrovava solo la sua cella, uguale  alla sera prima.
Kenya ha avuto pochissimi contatti umani, ma la volontaria che per poche volte è riuscita a  farlo uscire ci ha parlato di un cane buono, bravo con le persone,  remissivo, che si lasciava accarezzare. Per farlo rientrare lo guidava con la voce, e lui la seguiva, come un bambino.
Non sa niente della propria forza. E’ timido, ha uno sguardo triste e disperato. Forse non sa neppure di esistere. Non ha valore, non sa di averne. Ci implora solo con gli occhi di aiutarlo, da dieci anni. Sarebbe grato di qualsiasi cosa, come chi è stato deprivato e deve implorare solo per l’aria, solo per camminare.
Kenya ha bisogno urgentemente di camminare, lì le sue zampe non possono che peggiorare, in quelle condizioni si fermeranno per sempre. Basterà poco, basterà  vivere in un posto asciutto, potersi muovere. E’ l’immobilità dei canili che porta alla paralisi le zampe posteriori. Abbiamo visto  pastori tedeschi quasi paralizzati da dieci anni di canile, che dopo solo 2 mesi in una casa riprendevano a camminare e a correre.
Kenya può ancora essere salvato, nel corpo e nell’anima. E chi conosce  i molossi, e li ama, e sa della loro grande dolcezza e  bontà, non potrà rimanere indifferente a questa vita. A questo muso  tenero e  disperato.
Kenya ormai è arrivato alla fine. Ha 11/12 anni, è un rott puro, pensiamo che davvero gli resterà da vivere pochissimo. Vi preghiamo fate che accada in una casa. Ridiamogli una dignità, un senso, prima della fine.
Non lasciamolo morire qui.
Per salvarlo accettiamo anche stalli e lo faremo salire dappertutto con una staffetta.
Chiara    3474867985      chiaradiso@libero.it

 

 

 

 

Annunci

MALI E KENYA, DUE ANGELI NATI E CRESCIUTI AL SUD, SONO IN STALLO A GESSATE (MI) IN CERCA DI ADOZIONE PER LA VITA

Queste due meraviglie della natura sono nate a Brindisi, (MALI E KENYA)sono cresciute per strada, accudite da una signora del quartiere in cui si trovavano, che portava loro cibo e coccole. Giocavano con i bambini e prendevano coccole e carezze da tutti loro….
Non hanno mai dato il minimo fastidio a nessuno, sono sempre rimaste in quel quartiere e li sono cresciute per i primi 6 mesi della loro vita….
Peccato che le favole nella realtà non hanno mai un lieto fine e spesso l’amore non basta ad evitare il peggio.
La signora che le accudiva, un mese fa, ha iniziato a ricevere minacce, è stata minacciata lei personalmente e sono state minacciate le due sorelle da qualcuno del quartiere. Sistematicamente svuotavano loro le ciotole dei cibo e dell’acqua ed intimidivano la signora che le accudiva.
Il canile di Brindisi era ed è al collasso, non poteva e non può accogliere cani, per cui la minaccia che veniva fatta era quella di avvelenarle.
Lucia e Margherita, due angeli del nord, raccolgono il nostro appello disperato e decidono di accogliere a Milano le due sorelline.
Non voglio raccontarvi cosa è significato per i bambini del quartiere doverle salutare… piangevano come dei disperati, quelle erano le cagnette che tutti loro sentivano come proprie… persino la veterinaria si è commossa di fronte a questa scena straziante…
Mentre i bambini piangevano, le due sorelline tremavano stranite, senza capire cosa stesse succedendo…
Le due piccoline ora hanno 7 mesi, sono sane, dolcissime, molto brave ed educate e vanno d’accordo con tutti.
Sarebbe preferibile un’unica adozione per entrambe, essendo loro sempre vissute insieme e ancora adesso affiatatissime.
Non si autorizza nessuna variazione a questo messaggio. Grazie.
Adottabile nelle province di Milano, Bergamo, Monza e Brianza,
con modulo di affido controlli pre e post adozione
Per info e Adozione:
Lucia – 3341094515 – giuliamombelli5.lc@gmail.com
Margherita – 3477558315 – luponuvola@yahoo.com
Maria Pia – 3319560381 – mariapia52@libero.it
Gruppo Vita Animale onlus Milano
Margherita Magnaguagno
cell. 347-7558315 TIM
codice fiscale 91573280152
IBAN: IT34M0504834260000000086198
> Se trovi un cane abbandonato chiama questo numero 800253608
messo a disposizione dal Comando Carabinieri per la tutela dell’ambiente
> Per dare una mano al Gruppo Vita Animale
magliette e calendari 2013 clicca qui

> Per adozioni clicca qui

=^..^=
grazie
<’__!
.// .\

Tre gattine in cerca di casa

Ciao,

ci sono due gattine sarde che cercano casa, in realtà sono tre ma di una non ho la foto. Sono tutte squamette salvate da una ragazza sarda.

Tu hai molte conoscenze, se puoi fai girare magari si trova qualcuno che adori le squamette come me.

Se potessi prenderle io, sono bellissime. Ad una delle due hanno sparato nella schiena. Era paralizzata, ma è stata curata ed ora cammina.

Si chiamano Sunshine, Albicocca e Kenya (che è in stallo).

Lily sono un paio di giorni che non sta bene di stomaco, forse nel leccarsi ha mandato giù troppo pelo. domani la porto dal Vet.

Grazie e ciao

Vilma – 3338920021