ROMA: DOPO 10 ANNI DI CANILE L’ILLUSIONE DI ESSERE TORNATO A VIVERE…

Tino aveva conosciuto l’amore di una famiglia, le coccole e il tepore di una casa… in un tempo ormai così lontano da averne sbiadito anche il ricordo.

Tino ha visto chiudersi le sbarre sulla sua vita e sulla cruda disperazione del suo abbandono, che era poco più di un cucciolone…

Sono passati quasi dieci anni da quel giorno, dieci lunghi interminabili anni di giornate tutte uguali, rallentate dall’immobilità… accompagnate dal caldo afoso o dal gelo pungente.

Ma Tino in qualche modo ha vissuto, senza mai lamentarsi, questa sua non vita. Finchè come un numero dei tanti… è stato trasferito in una struttura senza volontari…

Tino è finito in un canile dove entrare significa mai più uscire, nemmeno una carezza avrebbe alleviato il suo dolore… nessuno sguardo pietoso su un povero vecchio cane stanco che ha perso anche quel poco che conosceva…

Tino si è lasciato andare a una lenta liberatoria morte… non mangiava più, non si muoveva mai… era uno straccio malconcio dimenticato in un angolo lurido di una prigione dimenticata.

Le sue zampe erano così atrofizzate da rendergli ormai impossibile qualsiasi movimento…

A volte gli angeli esistono, a volte anche i miracoli… e Tino è stato portato via…  ridotto all’ombra di se stesso, quando ormai non aveva più nulla in cui sperare di questa non vita, Tino si è visto aprire le porte di una casa.

A poco a poco i muscoli di Tino hanno ripreso tono e giorno dopo giorno la diffidenza e la rassegnazione nei suoi occhi  hanno lasciato il posto alla fiducia e all’amore.

Dopo aver dimenticato l’odore dell’erba, le sue zampe hanno di nuovo corso su prati verdi…

E Tino ha ritrovato quel tepore dei suoi ricordi lontani…

Ma dopo una vita di prigionia, dopo l’illusione di esser tornato a vivere…

Tino è stato rifiutato da chi pensava di fare un atto di umanità e poi invece in breve tempo l’ha scaricato.

Nulla è peggio dell’abbandono dopo l’illusione… Tino ha smesso di nuovo di mangiare, di sorridere con gli occhi… si è richiuso a riccio nella sua delusione e nella sua diffidenza.

Tino ormai ha paura di sperare…

Ora si trova in uno stallo di fortuna, di nuovo lentamente torna ad aprirsi e ad aprire il suo cuore ferito… ma non può restare neanche lì , perchè c’è una femmina entrata in calore.

Tino non reggerà un altro cambiamento… un altro rifiuto… come faremo a spiegargli un altro abbandono… come faremo poi a chiudere tutte queste ferite e continui colpi al suo cuore ormai stanco…

Tino ha davvero bisogno di tutti noi, perchè il sogno e la gioia che gli sono arrivati dopo interminabili anni di prigionia non siano l’ennesimo colpo che lo farà morire… perchè tutti gli altri vecchietti dietro le sbarre possano sperare anche loro nel miracolo di Tino, e molto presto venirne fuori al suo posto.

Tino rischia di venire inghiottito di nuovo nell’indifferenza e nell’abbandono, di nuovo numero come tanti… di cani salvati ma mai adottati… che si spengono in qualche box, lontano da quell’effimera illusione durata giusto il tempo di far più male… e che li farà morire ancor più soli.

Tino è adottabile ovunque ci sia un cuore grande capace di cogliere la sua poesia. E’ un cane meraviglioso, buono con tutti, che convive con tutti gli animali, riservato e pacato, ma tanto affettuoso quando il suo muro di diffidenza cade… il suo sguardo profondo e bisognoso di amore arriva dritto al cuore.

PER TINO CONTATTARE NATHALIE TEL. 3406720795 nathalieugo@yahoo.it

VI PREGO, DA PARTE DEL POVERO TINO… MAX DIFFUSIONE!!!

Annunci